INFERMIERI - INFERMIERI PEDIATRICI

Incontri di preparazione concorso ESTAR

 

17/06/2019

OPI Livorno, in previsione delle prossime prove del concorso per infermieri bandito da ESTAR,  organizza una serie di incontri di approfondimento su tematiche trasversali inerenti l'ambito professionale e l'organizzazione sanitaria regionale e nazionale  Gli incontri, riservati agli iscritti OPI Livorno si terranno presso la sede dell'Ordine. L'iscrizione è gratuita. La partecipazione è riservata ai primi 30 iscritti per ciascun incontro.

Scarica il programma completo con il link al modulo di iscrizione

 

Celebrazioni Giornata Internazionale dell'Infermiere

 

30/04/2019

In occasioni delle celebrazioni per la giornata internazionale dell'Infermiere si terrà dell'evento formativo ECM:
IL CONTATTO CON LA SOFFERENZA EMOTIVA NELLA PROFESSIONE INFERMIERISTICA: IL PONTE TRA STRATEGIE DI RISPOSTA E SVILUPPO DELLA RESILIENZA

10 maggio 2019, dalle ore 14.15 Hotel Rex Livorno

Nel corso della giornata sono in programma:

  • la premiazione bando Ceragioli Del Lucchese/OPI Livorno per le migliori tesi dei neolaureati A.A. 2017-18;
  • la consegna di targhe di riconoscimento per i colleghi con 25 e 50 anni di iscrizione all’Ordine. 
  • a seguire cena sociale. 

Iscrizione online al sito www.briefingstudio.it › Eventi attivi › Catalogo corsi. Per l’iscrizione è necessaria la registrazione al sito

Quota di iscrizione all'evento formativo: 10 €
Contributo per la cena sociale 10,00 € per gli iscritti OPI e 30,00 € per i non iscritti

Per maggiorni informazioni scarica la brochure

 

Approvato il nuovo Codice deontologico degli infermieri

 

13/04/2019

Il Consiglio nazionale FNOPI ha approvato, nella seduta straordinaria del 13 aprile, il nuovo Codice deontologico degli infermieri

Si conclude così il percorso di rinnovo iniziato nel 2017 e che ha visto il coinvolgimento di tutti gli infermieri, tramite consultazioni pubbliche, e di tutte le rappresentanze sociali interessate. 

Il nuovo codice è disponibile qui

 

Evento formativo: La fragilità da accogliere tra competenza ed empatia

 

03/04/2019

Evento formativo in collaborazione con ACOS e AMCI

La fragilità da accogliere tra competenza ed empatia

Hotel  Max, Via Ciardi, 28 - Livorno
13 aprile 2019, ore 8.30

4 crediti ECM

Scarica la brochure con i dettagli e le modalità di iscrizione

ISCRIZIONI CHIUSE PER COMPLETAMENTO POSTI DISPONIBILI

 

Premio Ceragioli - Del Lucchese migliore tesi Infermieristica

 

03/04/2018

L’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Livorno bandisce la 23a edizione del Premio Ceragioli – Del Lucchese. Il premio è riservato ai neo laureati in infermieristica iscritti all’Ordine di Livorno che abbiano discusso la tesi nelle sessioni autunnale 2018 e primaverile 2019. 
Primo premio di € 500 (cinquecento) messo a disposizione dalla collega Amelia Ceragioli Del Lucchese.
Secondo e terzo premio, di € 300 (trecento) ciascuno, messi a disposizione dall’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Livorno.

Termine presentazione delle domande ore 12.00 del 16 aprile 2019.

Scarica il bando e la modulistica 

 

CONVOCAZIONE ASSEMBLEA GENERALE ORDINARIA

 

31/01/2019

A norma dell’art.23 del D.L.c.p.s. n. 233/46 è convocata l’Assemblea Ordinaria degli iscritti all’Albo dell’Ordine delle Professioni Infermieristiche della Provincia di Livorno per trattare il seguente ordine del giorno:

  1. Relazione del Presidente
  2. Presentazione Bilancio Consuntivo 2018 e Bilancio Preventivo 2019 e relazione del Tesoriere
  3. Relazione dei Revisori dei Conti

Se non interverrà almeno ¼ degli iscritti alla prima convocazione (14 febbraio 2019, ore 23,00, presso la sede OPI Livorno) l’Assemblea avrà luogo, in seconda convocazione:
VENERDI’ 15 febbraio 2019 alle ore 16.30
Presso HOTEL MAX LIVORNO - via G. Ciardi 28

Contestualmente è previsto un evento formativo, accreditato ECM, gratuito per gli iscritti OPI sul tema delle COMPETENZE INFERMIERISTICHE AVANZATE
Inizio del corso: ore 14;00

Scarica qui il programma del corso.

Iscrizione gratuita online al sito: www.briefingstudio.it

 

AVVISO per la selezione di rappresentanti OPI Livorno per esami finali CdL Infermieristica

 

OPI Livorno seleziona n. 12 infermieri da designare, secondo criteri di rotazione, quali componenti della Commissione per la prova finale del corso di Laurea in Infermieristica dell’Università di Pisa.
Requisiti minimi richiesti:

  • esperienza professionale di almeno 3 anni;
  • non essere in quiescenza, ovverosia attualmente in servizio attivo, dipendenti del Servizio Sanitario Nazionale, di strutture sanitarie private oppure Libero Professionisti;
  • Assenza di sanzioni disciplinari negli ultimi 5 anni;
  • Diploma di Laurea Magistrale in Scienze Infermieristiche e Ostetriche
  • Partecipazione a specifico evento formativo di orientamento che si terrà presso Lucca nel mese di febbraio.

Scadenza presentazione domande: ore 12.00 del 31 gennaio 2019

Scarica il bando completo e il modulo per la domanda

 

Sempre meno infermieri, graduatorie terminate e mobilità: subito nuovo concorso

 

17/12/2018

Secondo il rapporto OASI recentemente pubblicato, in Toscana, per ogni 100 infermieri presenti nel 2010 oggi ne abbiamo due in meno. Sono abilitati circa 21000 infermieri in Toscana a fronte di 3 milioni e mezzi di abitanti, un rapporto infermiere/1000 abitanti di 6, quando la media Europea è di 8,4. Se dovessimo basarci solo su questo gli infermieri a

mancare sarebbero 8000 ma intanto, da subito, ne servono circa 3000. E' questo, secondo il centro studi FNOPI, il numero di assunzioni necessarie in toscana se vogliamo un equa  distribuzione tra professioni. La necessità è motivata da una popolazione che è tra le più anziane  d'Italia e d'Europa dove la cronicità, e quindi il bisogno assistenziale, è elevatissimo.  Ma ad essere anziani e malati sono anche i professionisti (secondo un rapporto Cergas Bocconi almeno il 15% degli infermieri ha inidoneità lavorative) ed ecco perché il numero di infermieri occupati è un numero sovrastimato nella realtà dei fatti. Questa situazione ha dei rischi evidenti e sono i dati internazionali a parlare: ogni volta che si assegna 1 assistito in più a un infermiere (il rapporto ottimale in ospedale a bassa intensità sarebbe 1:6) aumenta del 23% l’indice di burnout, del 7% la mortalità dei pazienti, del 7% il rischio che l’infermiere non si renda conto delle complicanze a cui il paziente va incontro. Gli OSS invece sono aumentati dal 2010 di 8 unità ogni 100 e questo è un bene perché è personale di supporto importante e permette all'infermiere di evitare attività così dette demansionanti, anche se è bene ricordare che secondo un recente studio pubblicato sul BMJ la presenza di personale di supporto in sostituzione degli infermieri NON sortisce alcun effetto sul miglioramento degli esiti di salute, pertanto è da considerarsi strategia da disincentivare.  

Questa carenza cade proprio nel periodo storico in cui si sta implementando l’infermiere di famiglia e di comunità che certo non potrà agire su un rapporto per abitante così elevato come adesso. Dove va meglio, infatti, si assesta su 1 infermiere/3000 assistiti (1 medico di medicina generale si definisce massimalista con 1500 assistiti per fare un confronto). Il rapporto ottimale dovrebbe prevedere, come dichiarato dal centro studi FNOPI, 1 infermiere di famiglia e comunità ogni 500 assistiti. C’è bisogno di infermieri nella riforma dei Pronto Soccorso che deve prevederne l’aumento  per garantire percorsi see and treat e fast track, nell'aumento dei posti per cure intermedie (Ospedali di comunità) che sono a gestione infermieristica, per non parlare di tutte quelle attività specialistiche dove gli infermieri sono sempre più impegnati (PICC team, ambulatori medicazioni difficili, stomacare etc etc).

La graduatoria dell’ultimo concorso ESTAR è praticamente terminata e troppi sono stati i colleghi assunti provenienti da altre Regioni che hanno già chiesto ed ottenuto mobilità e trasferimenti. Chiediamo quindi che si attivi velocemente una nuova procedura concorsuale che non preveda, come accaduto nella precedente, una preselezione. Sia perché tale scelta ha determinato esclusioni di colleghi corregionali che oggi paghiamo, sia perché il fabbisogno infermieristico è così elevato che ad avviso degli scriventi non vi è necessità di una preselezione che ha tra l'altro generato non pochi malumori. 

La procedura concorsuale deve quindi partire adesso, immediatamente. Ogni mese di ritardo rischia di paralizzare il sistema regionale Toscano nel domani

OPI Toscana

 

Avviso per l’assegnazione di n. 2 Incarichi di Collaborazione per le attività di aggiornamento dei social media istituzionali dell’OPI Livorno rivolto a neo laureati in Infermieristica

 

22/11/2018

In esecuzione della delibera n. 80 del 21/11/2018, è indetta selezione pubblica, per titoli e colloquio, per l’assegnazione di n. 2 Incarichi di Collaborazione rivolti a neo laureati in Infermieristica, in attesa di occupazione o inoccupati da almeno 3 mesi ed iscritti all’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Livorno, per le attività di supporto, verifica e aggiornamento dei social media istituzionali dell’OPI di Livorno

Durata del rapporto di collaborazione:      
4 mesi, prorogabili per una durata massima di mesi 6

Attività previste:      

  • partecipare alle riunioni del gruppo di lavoro; 
  • verifica, selezione e catalogazione del materiale bibliografico; 
  • supervisione del processo di condivisione del materiale;
  • Collaborazione alla elaborazione del regolamento interno per l’utilizzo del servizio biblioteca

Termine presentazione delle domande: 13 dicembre 2018

Scarica la il bando completo con lo schema della domanda di partecipazione

 

Avviso per l’assegnazione di n. 2 Incarichi di Collaborazione per le attività di aggiornamento dei social media OPI Livorno rivolto a neo laureati in Infermieristica

 

22/11/2018

In esecuzione della delibera n. 73 del 21/11/2018, OPI Livorno indice yna selezione pubblica, per titoli e colloquio, per l’assegnazione di n. 2 Incarichi di collaborazione rivolti a neo laureati in Infermieristica o Infermieristica Pediatrica, in attesa di occupazione o inoccupati da almeno 3 mesi ed iscritti all’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Livorno, per le attività di supporto, verifica e aggiornamento dei social media istituzionali dell’OPI Livorno

Durata del rapporto di collaborazione:      
4 mesi, prorogabili per una durata massima di mesi 6

Attività previste:

  • partecipazione alle riunioni del gruppo di lavoro sia in fase di progettazione che di implementazione del sito Istituzionale OPI Livorno;
  • partecipazione alle attività di formazione volte ad acquisire competenze relative all’incarico;
  • attività di aggiornamento delle sezioni del sito e della pagina Facebook istituzionale;
  • attività di verifica dei feedback degli iscritti.

E’ previsto un impegno massimo di 9 ore settimanali, modulabili. L’incarico di collaborazione prevede l’erogazione di una somma totale di € 1800 nette

Termine presentazione delle domande: 13 dicembre 2018

Scarica la il bando completo con lo schema della domanda di partecipazione

 

ATTIVO SPORTELLO DI ASCOLTO PER GLI ISCRITTI

 

23/10/2018

A partire dal prossimo novembre i rappresentanti del Consiglio Direttivo sono a disposizione degli iscritti presso la sede dell'Ordine ogni ultimo mercoledì del mese per qualsiasi problematica di natura professionale. 

 

Comunicato stampa su 118 e ambulanze infermieristiche

 

02/07/2018

Gli Ordini delle Professioni Infermieristiche della Toscana, stanchi delle continue controversie sul tema si rivolgono direttamente ai cittadini.

Caro cittadino

vogliamo dirti una cosa importante
Avrai spesso letto notizie allarmanti e angoscianti che ti avvertono di quanto tu sia in pericolo se avrai meno medici e più infermieri nella rete del 118 a soccorrerti. Ma vedi, purtroppo, sulle questioni di sanità che leggi sui giornali ci sono dietro contrasti politici e professionali e ben pochi contenuti che fanno delle semplificazione, e spesso della
distorsione, la loro forma principale.
È assolutamente comprensibile che si tiri acqua ai propri mulini e alle proprie istanze, meno lo è quando, per farlo, si gioca a   compromettere una professione, come accade con quella infermieristica sul 118 e sulle ambulanze infermieristiche.
Ecco, questo sì che è davvero pericoloso per la salute perché lede un principio di cura importante: la fiducia reciproca.
È meglio un mezzo di soccorso con medico o con infermiere?
Ecco la risposta che non leggerai mai: “dipende.” Da cosa? Dalla distribuzione dei mezzi, dalla distribuzione delle professioni, dalla distribuzione dei pronto soccorso (e da che tipo di pronto soccorso sono), dalla distribuzione degli ospedali (e che tipo di ospedali sono)
rispetto ad una determinata aerea e casistica ad esempio. In sanità non esiste un meglio o peggio, ma esiste un “appropriato”. In certi contesti è più appropriato avere un mezzo con infermiere, in altri con medico, in altri con entrambi, in altri con volontari.
Caro cittadino: dipende.
Quello che però devi sapere è che l’infermiere è un professionista laureato e che per lavorare sui mezzi di soccorso avanzati ha conseguito master, specializzazioni e si forma costantemente. Devi sapere che tantissimi corsi di emergenza urgenza, ai quali
partecipano anche i medici, vedono formatori proprio gli infermieri. Devi sapere che fin dal 1992 un Decreto del Presidente della Repubblica attribuisce responsabilità al personale infermieristico nell’ambito dei protocolli della Centrale 118, della ricezione, registrazione e selezione delle chiamate, nella determinazione dell’apparente criticità dell’evento segnalato, nella codificazione delle chiamate e delle risposte, Decreto ribadito anche nella sentenza 868 del 1996 del Consiglio di Stato. 
Devi sapere che il DM 17/12/2008 definisce le tipologie di mezzi di soccorso che prevedono ,oltre all’autista, nel mezzo di soccorso avanzato o Infermiere o medico o entrambi. Decreto anche questo avvalorata dal DM 70 /2015 oltre che da interpretazione autentica del 20/05/2017.
Devi sapere che la Raccomandazione n.15 del ministero della Salute del Febbraio 2013 afferma che nei servizi di emergenza/urgenza l’ obiettivo sia quello di garantire prestazioni immediate agli utenti che presentano alterazioni delle funzioni vitali tali da compromettere
potenzialmente e gravemente lo stato di salute e non di una diagnosi medica che è certamente fondamentale e necessaria ma che arriverà subito dopo.
Perché se avrai bisogno di un intervento in emergenza avrai bisogno prima di ogni altra cosa di una pronta stabilizzazione e supporto vitale. 
Devi sapere che l’infermiere non opererà comunque mai da solo ma sarà sempre in rete con tanti altri professionisti e non perché ha bisogno di “controllo” ma perché un sistema che funziona, funziona in equipe.
Dei sapere, che la percentuale di codici 3 e 4 (massima gravità e deceduti – anno 2015) è pari al solo 7% del totale delle emergenze (Analisi dei dati EMUR – Sistema 118 Copertura e Qualità Prime analisi Roma, 15 maggio 2017) e che certamente in questi casi
troverai sempre una squadra con medici a bordo.
Devi infine sapere che esistono protocolli e procedure molto chiare e che niente è lasciato al caso e che in tutto il mondo il soccorso territoriale prevede quasi solo infermieri se non addirittura personale tecnico dell’emergenza urgenza.

Ecco, caro cittadino. Devi sapere tutto questo. Che gli infermieri sono dei professionisti validi e competenti e che mai avrebbero voluto farsi coinvolgere in queste bagarre strumentali e che intraprenderanno tutte le azioni del caso per chi si ostinerà a far saltare il rapporto fiduciario con voi. Criticare un organizzazione va bene, lo facciamo anche noi, ma che non lo si faccia ai danni di una professione.
A vostra disposizione per garantire il vostro diritto alla salute, sempre

Gli Ordini delle Professioni Infermieristiche della Toscana.

 

Celebrazioni giornata dell'Infermiere 2018

 

28/04/2018

In occasioni delle celebrazioni per la giornata internazionale dell'Infermiere si terranno due edizioni dell'evento:
LA GESTIONE DEL PAZIENTE NEL FINE VITA, IL TESTAMENTO BIOLOGICO

  • 1a edizione:
    11 maggio  Hotel Borgo degli Ulivi  Riotorto (LI)
  • 2a edizione:
    12 maggio Hotel Rex Livorno

Nella giornata del 12 Maggio sono in programma:

  • la premiazione bando Ceragioli Del Lucchese/OPI Livorno per le migliori tesi dei neolaureati A.A. 2016-17;
  • la consegna targhe per i 25 anni di iscrizione all’Ordine;
  • cena sociale:

Quota di iscrizione all'evento formativo: 10 €
Contributo per la cena socialoe 10,00 € per gli iscritti OPI e 30,00 € per i non iscritti

Per maggiorni informazioni scarica la brochure o inscriviti direttamente a questo link

 

Livorno, 28 aprile 2018 - Handover: metodi e strumenti per una modalità comunicativa condivisa

 

06/04/2018

L’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Livorno propone un evento formativo su uno degli aspetti più rilevanti della gestione del rischio clinico:  lo scambio di informazioni cliniche riguardanti i pazienti fra operatori sanitari (medici, infermieri, personale tecnico) o tra diversi setting al momento del trasferimento della responsabilità del paziente.
Obiettivi:
descrivere e modalità più appropriate per rendere la comunicazione efficace e sicura durante il passaggio delle consegne;
- analizzare e discutere l’esperienza della Regione Toscana;
- descrivere la metodologia SBAR per migliorare la comunicazione tra professionisti
- analizzare gli aspetti giuridici relativi alla documentazione infermieristica
Quota di partecipazione
Iscritti all'Ordine delle professioni infermieristiche di Livorno: € 10,00
Iscritti ad altri Ordini delle professioni infermieristiche: € 40,00
Scadenza iscrizioni: 26 aprile 2018
Orario: 28/04/2018: 09.00/13.00 – 14.15/17.00. Registrazione Partecipanti: 08.30
Sede del corso: Max Hotel – Via Ciardi, 28 Livorno

Scarica la brochure con il programma del corso e le modalità di iscrizione

 

 


 

 

 

 

 

 

 

 

posta certificata

Sezione privacy

mappa sito

pulsante-iscrizione-albo

 

©2017 Tutti i diritti riservati - COLLEGIO IPASVI LIVORNO

Scali Manzoni, 19 57126 Livorno - Tel. 0586 895430 - Fax: 0586 828107

Email: info@ipasvilivorno.it - Email PEC: livorno@ipasvi.legalmail.it

website by AlchemyComputer